Il progetto

WBL Guarantee (Public-Private Alliance to GUARANTEE quality of Work Based Learning – 2017-1-IT01-KA202 -006161) è un progetto Erasmus KA2, coordinato dalla Regione Lazio , che ha avuto inizio a settembre 2017 e si è concluso lo scorso agosto 2020.  E’ stato realizzato da un Consorzio multi-attore, che ha coinvolto 5 Paesi (Italia, Spagna, Cipro, Germania, Polonia) e 11 organizzazioni  pubbliche (Regione Lazio, Cyprus Productivity Center, Andalucia Emprende), del mondo dell’impresa (Cyprus Chamber of Commerce and Industry, Confartigianato Imprese Lazio, Femeval), del sistema della formazione professionale dei servizi per il lavoro (ERIFO, FyG, MMC). Al consorzio ha preso parte anche l’Università tedesca delle Scienze Applicate al Lavoro (HdBA Mannheim) e un’azienda  ICT della Polonia, Danmar.

La finalità ultima del progetto è stata quella di contribuire al rafforzamento dell’ apprendimento nei luoghi di lavoro, accrescendo le competenze dei tutor (sia aziendali che delle agenzie formative) coinvolti nei percorsi di apprendimento basati sul lavoro,  allo scopo di facilitare una gestione di successo delle  transizioni nel mercato, nonché la  qualità ed attrattività di tali percorsi. Focus del progetto sono state le esperienze  di  WBL  non inserite in  percorsi   di apprendimento  formale  (ad esempio, per l’Italia:  il tirocinio extracurriculare o l’apprendistato di II livello), individuando e sperimentando una metodologia  finalizzata a valorizzare tale  esperienze, anche ai fini di una successiva certificazione degli apprendimenti  o al proseguimento degli studi.

I principali prodotti scaturiti dal progetto WBL Guarantee sono i seguenti:

  • Uno studio sugli schemi WBL adottati nei Paesi partner del consorzio, finalizzata anche all’individuazione delle competenze richieste ai profili deputati alla gestione dei dispositivi. La ricerca si è basata su un’ analisi quantitativa  (questionari rivolta a tirocinanti, stagisti ed apprendisti – tutor aziendali e delle agenzie formative) ed un’analisi qualitativa dei dispositivi adottati in ciascun Paese. Dallo studio è emersa  una mappa delle competenze necessarie per assumere il ruolo di tutor , sia nelle aziende ospitanti che nelle agenzie formative.
  • Lo sviluppo   e la sperimentazione  di un programma di formazione per i tutor aziendali (PMI), con dispense scaricabili in tutte le lingue del partenariato. Il corso è stato sviluppato per una fruizione a distanza,  MOOC,  con slide commentate nelle differenti lingue del partenariato,  nonché testato e validato, tramite un’attività di pilotaggio  realizzata da un congruo numero di tutor aziendali. Il corso consente di acquisire  conoscenze, tecniche e strumenti per monitorare e quantificare, anche ai fini di una successiva certificazione, gli apprendimenti, nonché  per  sviluppare relazioni di mentorship  efficaci,  sia per gli utenti del WBL,  che per la stessa l’azienda.
  • Lo sviluppo e la sperimentazione   di un  programma di studi per tutor di agenzie formative e/o del lavoro, che operano con i programmi WBL, al fine di rafforzare le loro capacità di progettazione, gestione, monitoraggio degli apprendimenti. Il corso, progettato sulla base di uno standard formativo e professionale , è stato corredato da tool Kit, contenente la metodologia del corso, i risultati degli apprendimenti, le linee guida per l’erogazione dello stesso, nonché i materiali bibliografici di riferimento.  A causa della Pandemia Covid 29 – nella versione in Italiana è stato reso disponibile anche per una fruizione in FAD, con tutoraggio in sincrono.   Il corso trasferisce ai tutor degli enti proponenti competenze metodologiche per progettare, implementare e monitorare percorsi WBL basati su obiettivi/risultati d’apprendimento chiari e misurabili, nonché referenziabili a profili nazionali standardizzati, al fine di accrescere la garanzia che essi possano essere – in un momento successivo – valorizzati attraverso un procedimento di certificazione delle competenze. Il Corso è stato validato tramite un’attività di pilotaggio  condotta, per effetto del COVID 19 – anch’essa  in modalità a distanza.
  • Una attività formativa in mobilità, che ha coinvolti n. 18 Operatori del WBL e dei Centri per l’impiego, ed ha consentito di validare e  perfezionare il curricula sulla base del fabbisogno formativo espresso dai tecnici che hanno preso parte alla mobilità.
  • Un manuale di suggerimenti e prassi, raccomandate per potenziare l’efficacia del WBL  in  percorsi di apprendimento non formali.  Il Manuale ,elaborato sulla base dei contribuiti di tutti i partner, riporta suggerimenti sull’impatto, la sostenibilità e la trasferibilità della metodologia WBL Guarantee in altri contesti e Paesi, allo scopo di massimizzare lo sfruttamento dei prodotti realizzati e stimolare una riflessione istituzionale sul futuro dell’apprendimento basato sul lavoro.
Scroll Up